Osquel Barroso, che opera nella Direzione Scientifica della WADA presso la sede centrale di Montreal (Canada), ha chiuso i lavori della seconda giornata di lavori del Secondo Workshop Scientifico dei Responsabili della Qualità dei Laboratori Antidoping riconosciuti dall’Agenzia Mondiale Antidoping.

“Innanzitutto ringrazio la FMSI e il suo Laboratorio Antidoping per la perfetta organizzazione dell’evento – ha detto il dottor Barroso -. Questo secondo meeting mondiale sulla qualità dei laboratori antidoping ha rafforzato la collaborazione fra la FMSI, la WADA e la WAADS, che è l’associazione che comprende tutti i laboratori antidoping riconosciuti dalla stessa WADA. Senza scendere in tecnicismi, credo che incontri di questo tipo forniscano all’intero sistema antidoping un notevole valore aggiunto, migliorando ulteriormente il già elevatissimo livello di armonizzazione a livello internazionale. Mi auguro che questo tipo di incontro si svolga tutti gli anni con la presenza della WADA”.

Il workshop ha visto la partecipazione dei manager della qualità di 20 laboratori antidoping già accreditati o in via di accreditamento (Austria, Belgio, Francia, Germania, Inghilterra, Grecia, India, Italia, Messico, Norvegia, Portogallo, Polonia, Romania, Russia, Spagna, Svezia, Svizzera, Tailandia, Qatar e Turchia).
L’obiettivo del workshop è stato quello di discutere dell’armonizzazione di metodi e procedure di laboratorio alla luce dei recenti aggiornamenti della normativa WADA e della norma ISO17025, che regola l’accreditamento dei laboratori abilitati a fornire la prova delle positività i test.

Questo sito utilizza i cookie per garantire una migliore esperienza di navigazione, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.