News & Eventi

Il Presidente della Federazione Medico Sportiva Italiana, Maurizio Casasco, è stato appena eletto all'unanimità Presidente dell’Eu...

XXXVI World Congress of Sports Medicine - Atene 24-27 settembre 2020

  In programma ad Atene, dal 24 al 27 Settembre 2020, la 36° edizione del Congresso mondiale di Medicina dello Sport. Scarica il...

FC Internazionale Milano a lezione di PSS-D

Il Football Club Internazionale Milano S.p.A., meglio conosciuto come Inter, ha scelto di formare il proprio staff di medici, fisi...

Inaugurazione della nuova sede FMSI

Sabato 21 ottobre in occasione della riunione del Consiglio Direttivo Federale è stata inaugurata la nuova sede FMSI alla presenza...

Convegno “La Giusta Dose” – Torino 8 ottobre 2017

Sabato 7 ottobre si è svolta a Torino, presso l'Istituto di Medicina dello Sport, la quarta e ultima edizione del progetto FMSI ...

Ieri, il Ministro della Salute Lorenzin e il Ministro dello Sport Lotti hanno firmato il decreto congiunto che sancisce l’obbligo dei defibrillatori negli impianti sportivi, anche dilettantistici. Sull’argomento è intervenuto il Presidente FMSI Casasco intervistato dall’ANSA.

*-*-*-*

“Finalmente si giunge a questo provvedimento, più volte rinviato. Il giudizio della federazione medici sportivi non può essere che positivo per una normativa più stringente rispetto ai rischi e alle realtà dell’attività indoor e outdoor”. Lo afferma il presidente della Federazione italiana medici sportivi (Fmsi), Maurizio Casasco, in merito al decreto congiunto tra ministero della Salute e quello per lo Sport che introduce l’obbligo per le società e le associazioni dilettantistiche di dotarsi di un defibrillatore all’interno dell’impianto in cui si svolgono attività sportive. “La presenza dei defibrillatori va bene ed è importante – ha aggiunto Casasco, contattato dall’Ansa – ma quel che è ancora più importante è la formazione a 360 gradi, secondo le linee approvate dalla federazione. I rischi cardiopolmonari non sono quelli più diffusi e infatti al primo posto in assoluto c’è la concussione cerebrale, insieme con i vari tipi di altri traumi”. La Fmsi ha predisposto il pronto soccorso sportivo defibrillato, (Pssd) che contempla l’intervento su tutti gli organi. “In realtà il rischio cardiologico è coperto in buona parte attraverso lo screening – ha proseguito Casasco -. Le morti improvvise grazie a questo sistema si sono ridotte moltissimo e l’obbligatorietà del defibrillatore è un’ulteriore sicurezza. Basilare davvero è però la formazione e questo decreto, che trova l’accordo dei Ministeri della Salute e dello Sport e l’appoggio della Fmsi, ne conferma l’importanza”. (ANSA). RI 26-GIU-17 19:31 NNNN

Un Congresso speciale per festeggiare i nostri 90 anni

ALCUNI DEI NOSTRI MOMENTI

  • Default
  • Title
  • Date
  • Random
  • XXXII Congresso Nazionale FMSI “Il Medico Competente nel futuro della Medicina dello Sport”, Torino 2009.

  • Il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin e il Presidente FMSI Casasco al XXXV Congresso Nazionale FMSI

  • Il prof. Leonardo Vecchiet soccorre Antognoni durante il Campionato Mondiale di Calcio - Spagna, 1982

  • Il Presidente del CONI Giovanni Malagò insieme al Presidente FMSI Casasco e al Presidente Onorario Giorgio Santilli all’Assemblea Elettiva FMSI – Roma, 3-dic-16.

  • Conferimento del titolo di Socio Onorario della FMSI al premio Nobel prof.ssa Rita Levi Montalcini al Salone d'Onore del CONI, Roma, 2005

  • Fabio Pigozzi soccorre Rizzitelli durante la partita Roma-Juventus allo Stadio Olimpico. Roma, 1992

  • Simposio congiunto WADA-FMSI, Roma 2011. Da sinistra, il Segretario Generale del CONI R. Pagnozzi, il Sottosegretario di Stato R. Crimi, il Presidente della FMSI M. Casasco, il Ministro della Salute F. Fazio, il Direttore Scientifico WADA O. Rabin.

  • Nazionale Italiana Campione del Mondo, 1982.

  • Giochi Olimpici di Pechino, 2008

  • XXXII Congresso Mondiale di Medicina dello Sport ospitato per la prima volta in Italia, a Roma, nel 2012, alla presenza di oltre 3.000 partecipanti, provenienti dai 5 Continenti, in rappresentanza dei 117 Paesi aderenti alla FIMS

Questo sito utilizza i cookie per garantire una migliore esperienza di navigazione, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie.