I compiti della FMSI

IL MEDICO VICINO AGLI ATLETI

Praticare sport agonistico significa sottoporre l’organismo a un impegno che, pur variando in funzione del tipo di disciplina sportiva praticata e delle condizioni fisiche dell’atleta, è massimale. È quindi necessario che i medici abbiano la più qualificata COMPETENZA per intervenire in fase di valutazione, prevenzione, diagnosi e cura, e che siano anche costantemente aggiornati sulle normative in materia sanitaria sportiva, ivi incluse le normative antidoping.
Il Medico Specialista in Medicina dello Sport, tesserato della FMSI, è il “Medico dell’atleta”: lo assiste per ogni esigenza di carattere medico e funzionale, dalla prevenzione degli infortuni all’assistenza medica, dalla valutazione degli effetti dell’allenamento alla prevenzione dell’over-training; instaura con l’atleta e lo staff tecnico un rapporto di conoscenza e fiducia, stabilendo come praticare l’attività sportiva in condizioni di MASSIMA EFFICIENZA FISICA E SICUREZZA, oltre che nel rigoroso rispetto del CODICE ETICO.

LA CERTIFICAZIONE DELL’IDONEITÀ ALLA PRATICA SPORTIVA

La CERTIFICAZIONE D’IDONEITÀ è ben più di un mero obbligo di legge; rappresenta il più valido strumento di prevenzione per la tutela sanitaria e la valorizzazione del patrimonio sportivo nazionale. La visita di idoneità, infatti, non ha solo la funzione di evidenziare eventuali incompatibilità con la pratica sportiva, ma anche di rilevare possibili patologie prevenendo lo sviluppo di complicanze future.

L’ordinamento giudiziario italiano ha riconosciuto l’importante ruolo svolto dalla FMSI con la legge del 30 ottobre 2013, nr. 101: il Medico tesserato alla FMSI è indicato tra i soggetti CERTIFICATORI PER L’ATTIVITÀ SPORTIVA NON AGONISTICA.

Rimane di esclusiva competenza dello specialista in Medicina dello Sport il protocollo obbligatorio per l’accertamento dell’IDONEITÀ ALLA PRATICA di ATTIVITÀ SPORTIVE AGONISTICHE e il rilascio del relativo certificato.

LA PRESCRIZIONE DELL’ESERCIZIO FISICO

L’esercizio fisico fa bene a chiunque lo pratichi con regolarità, senza distinzione di età e sesso, anche in presenza di patologie. Tuttavia, al pari di un farmaco, deve avere specifiche “dosi”: esiste un’attività fisica adatta a ogni persona ed esiste un modo adeguato di praticarla, nei metodi e nella frequenza, correttamente rapportato alle proprie caratteristiche fisiche.

Il Medico dello Sport è lo specialista che sa verificare non solo lo stato di salute, ma anche il grado di “efficienza fisica” e sa prescrivere l’esercizio fisico nella “giusta dose”, in base alle specifiche caratteristiche di ogni individuo.

Il Medico dello Sport, anche grazie a questa esperienza acquisita a fianco degli atleti olimpionici e dei professionisti di massimo livello, sa mettere le proprie competenze a beneficio di un ben più ampio pubblico, di atleti di ogni livello, di sedentari che iniziano la pratica di uno sport, di persone affette da diverse patologie.

Affinché l’esercizio fisico contribuisca al BENESSERE PSICO-FISICO della persona e non comporti l’insorgere di effetti dannosi per l’organismo, è opportuno ricorrere ai consigli e all’assistenza dello specialista in Medicina dello Sport.

LA FORMAZIONE IN MEDICINA

La FMSI, accreditata dal Ministero della Salute quale PROVIDER NAZIONALE di EDUCAZIONE CONTINUA IN MEDICINA (ECM), riconosce un posto di rilievo all’attività didattica e formativa nell’ambito della divulgazione scientifica e dell’educazione sanitaria.

La FMSI provvede alla FORMAZIONE CONTINUA e all’AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE dei propri soci attraverso l’organizzazione di eventi e percorsi formativi distribuiti in tutto territorio nazionale.

La FMSI cura la pubblicazione di LINEE GUIDA SCIENTIFICHE costantemente aggiornate, tra cui le LINEE GUIDA DEL PRIMO SOCCORSO SPORTIVO® e PRIMO SOCCORSO SPORTIVO DEFIBRILLATO®, approvate dal CONI e recepite nel Decreto del Ministero della Salute del 24 aprile 2013, rivolto alla preparazione dell’operatore sanitario presente sui campi di gara.

LA PREVENZIONE E LA LOTTA AL DOPING

L’azione di PREVENZIONE e richiamo ai VALORI ETICI è uno dei punti qualificanti l’azione di tutti i medici FMSI.

Chiunque abbia dubbi o preoccupazioni sull’argomento può rivolgersi al Medico FMSI per avere chiarimenti e prevenire errori, anche involontari, causati dall’assunzione di farmaci o integratori.

La LOTTA AL DOPING in Italia si avvale, grazie alla FMSI, di un’organizzazione con un’esperienza tra le più prestigiose al mondo, al servizio sia dell’Organizzazione Nazionale Anti-Doping (NADO||Italia), sia dello Stato. Le operazioni di controllo vengono svolte dalla fase pre-analitica (prelievo e trasporto in sicurezza del campione biologico) effettuata dai DOPING CONTROL OFFICERS (DCO), tutti medici tesserati FMSI e qualificati con doppia certificazione ISO, alla fase analitica eseguita nel LABORATORIO ANTIDOPING DI ROMA della FMSI, unico in Italia accreditato dalla WORLD ANTI-DOPING AGENCY (WADA) e secondo la norma ISO 17025, e tra i primi al mondo per numero di controlli, dotazione tecnologica ed efficienza organizzativa.

La legge italiana ha riconosciuto il know-how della FMSI con il Decreto del Ministero della Salute del 14 febbraio 2012 che attribuisce i controlli e le analisi antidoping “agli ispettori medici Doping Control Officer/Blood Control Officer (DCO/BCO), della FMSI ed al Laboratorio, accreditato dalla Word Anti-Doping Agency (WADA), della Federazione Medico Sportiva Italiana”.

LA RICERCA SCIENTIFICA

La FMSI è da sempre impegnata nella promozione e attuazione di ricerche scientifiche applicate in tutti i campi della Medicina dello Sport, con l’obiettivo di contribuire allo SVILUPPO DEL SAPERE della comunità scientifica nazionale e internazionale e favorire la diffusione di una CULTURA DEL BENESSERE.

La FMSI è la SOCIETÀ SCIENTIFICA di riferimento in Italia per la Medicina dello Sport.
Collabora con le Università, gli IRCCS, le Istituzioni pubbliche e private e le Società scientifiche attive in questo ambito; organizza e partecipa ai più importanti CONGRESSI nazionali e internazionali; investe nell’ATTIVITÀ DIDATTICA e nella FORMAZIONE CONTINUA dei propri soci; svolge un’importante ATTIVITÀ EDITORIALE per la diffusione della cultura dello sport, dell’educazione e della promozione della salute attraverso lo sport.